Decapsulare artemia salina

I naupli di artemia salina sono un ottimo alimento per tutti i pesci d'acquario, specialmente per gli avannotti.
Non tutti sanno che facendo schiudere naturalmente le cisti di artemia in acqua salata e somministrando i naupli, inevitabilmente si somministrano anche frammenti di guscio. Questi residui sono dannosi e spesso letali per i pesci che non riuscendo a digerirli vanno incontro ad occlusioni intestinali ed enteriti.
E', quindi, utile decapsulare le cisti prima della somministrazione. Le cisti decapsulate sono comunemente in commercio, ma si può anche effettuare questo procedimento in casa (risparmiando qualche soldo ).

Artemia salina NON ancora decapsulata

 

Artemia salina decapsulata

 


Riporto 3 metodi.

Materiale necessario:

  • Cisti di artemia salina
  • acqua
  • sale non iodato
  • candeggina non profumata (ipoclorito di sodio 5%)
  • soda caustica soluzione 1% (facoltativa)
  • recipiente trasparente
  • retino
  • aeratore
  • termoriscaldatore (facoltativo)

 

METODO 1
- idratare le cisti immergendone 1 g in 100 ml di acqua 25° con aeratore acceso per un'ora.
- aggiungere 3 ml di candeggina, aeratore acceso.
- quando assumono un colore arancione scolatele e sciacquatele.

METODO 2
- idratare le cisti immergendole in 500 ml di acqua con aeratore acceso (i grammi di cisti che si intendono adoperare) 25° per un'ora.
- scolare le cisti con un retino.
- immergere le cisti in una soluzione di 200 ml di acqua e 200 ml candeggina con aeratore acceso.
- quando assumono un colore arancione scolatele e sciacquatele.

METODO 3
- preparare una soluzione di soda caustica all'1% (ES: 1 g soda in 100 ml di acqua, mescolare). Mettere la soluzione a raffreddare, ATTENZIONE se la mettete in frigorifero contrassegnate il barattolo in modo evidente, è letale se ingerita (specialmente se avete bambini in casa fate attenzione).
- idratare le cisti (fino ad 1 g) immergendole in un recipiente con 100 ml di acqua, aeratore acceso, per un'ora.
- aggiungere 100 ml di candeggina fredda ( ATTENZIONE anche questa se l'avete messa in frigo contrassegnate il barattolo in modo evidente) aeratore acceso.
- aggiungere 6 ml di soda caustica soluzione 1% (la combinazione candeggina e soda caustica produce calore, averle raffreddate in precedenza serve ad evitare che il calore sia eccessivo pregiudicando l'artemia).
- quando le cisti assumono un colore arancione scolatele e lavatele.

Per verificare che le cisti siano pronte dovete tenere d'occhio il colore, cambierà dal marrone (foto A) all'arancione (foto B).

Potete somministrare le cisti decapsulate direttamente, oppure potete farle schiudere immergendole in un recipiente con 30/35 g di sale non iodato per litro a 25° con aeratore.
Potete anche conservare le cisti decapsulate consentendo al nauplio all'interno di rimanere vivo, per un mese, in 2 modi:
- asciugandole, riponendole sotto sale non iodato e sistemandole in freezer (sotto 0°) al buio, lo stesso sale potrete utilizzarlo per farle schiudere in acqua in un secondo momento. Non somministrate le cisti sotto sale direttamente ai pesci.
- preparando una soluzione di cloruro di sodio al 33% (ES: 33 g di sale non iodato in 100 ml di acqua), ne serviranno 10 ml per ogni grammo di cisti decapsulate. Le cisti immerse nella soluzione salina andranno conservate in freezer (sotto 0°) al buio. In un secondo momento si potrà farle schiudere lavandole con acqua dolce e ponendole nel solito recipiente con 30/35 g di sale non iodato per litro a 25° con aeratore. Oppure si potrà somministrarle direttamente ai pesci lavandole bene con acqua dolce.

Vantaggi nella somministrazione di artemia decapsulata:

  • naupli privi di gusci;
  • se qualche cisti decapsulata non dovesse schiudersi potrete comunque somministrarla insieme ai naupli senza dannarvi nella separazione;
  • le cisti decapsulate possono essere somministrate direttamente prima della schiusa;
  • la decapsulazione effettua la sterilizzazione delle cisti.