Riproduzione neocaridine Red Cherry: la mia esperienza

Inizio con qualche dato tecnico della vasca in cui avvengono i lieti eventi:
• Cubo 30 litri lordi
• Filtro esterno Eden 501
• 2 lampade E27 13W, fotoperiodo 8 ore
• Parametri: PH=7, GH=10, KH=7, temperatura 23°-30° (a seconda della stagione)
• Fondo Flourite Black
• Fertilizzazione con protocollo Easy Life ed erogazione di CO2
• Flora: Alternanthera reineckii, Pogostemon helferi, Hemianthus callitrichoides, Fissidens fontanus I genitori

Ho iniziato con 3 Red Cherry, 1 maschio e 2 femmine, e in breve tempo me ne sono ritrovate una moltitudine!

 

Andiamo con ordine:

I GENITORI: le mamme sono rosso fuoco, il papà a striscette. Le alimento con Dennerle Crusta Gran e verdure sbollentate 2 minuti senza sale (piselli, zucchine,carote, ...).

LA MAMMA INCINTA: è semplice riconoscere una neocaridina in dolce attesa, presenta il ventre pronunciato al cui interno sono visibili uova gialle.

GIORNO 1: come al solito stavo osservando il mio cubino, quando tra le foglie dell'Hemianthus callitrichoides scorgo qualcosa che si muove...




una neocaridina piccolissima! Dalla foto si può constatare che la sua grandezza è inferiore a quella delle foglioline della calli, ed è di colore trasparente.

GIORNO 7: le piccole Red Cherry crescono, la loro dimensione supera quella delle foglioline di calli, ed iniziano ad assumere una colorazione rossa.

 

GIORNO 14: un raffronto tra la grandezza della mamma e quella della piccina su un Pogostemon.

 

GIORNO 21: le baby Red Cherry proseguono il loro sviluppo... intanto ne nascono di nuove! (nella foto è cerchiata la più giovane).

Nonostante avessi ostruito l'ingresso del filtro con una spugnetta, ho trovato al suo interno una ventina di minuscole neocaridine (che ovviamente ho liberato in acquario), da quel giorno ho avvolto la griglia d'aspirazione con una calza di nylon; non ho più avuto problemi.

 

GIORNO 28: avendo un pratino di calli non mi sono resa conto di quante piccole effettivamente erano nate, se non quando ho iniziato ad inserire dei pezzetti di verdure sbollentate.... nel giro di 2 minuti venivano ricoperti dalle Red Cherry!

GIORNO 35: con l'andare del tempo noto che anche le piccole neocaridine hanno preferenze alimentari in fatto di verdure: le zucchine vengono prese d'assalto, i piselli sono ambitissimi (lo rincorrono come fosse una palla!), la carota è poco apprezzata.

 

Per inserire le verdure in acquario ho ideato un metodo semplice ed efficace: una roccetta lavica di pochi centimetri forata a cui è legato un filo di nylon più lungo della colonna d'acqua, con il filo buco la verdura al centro e la spingo fino alla roccia, poi passo nuovamente il filo all'interno dello stesso buco per farla rimanere ferma (altrimente galleggerebbe), tenendo il filo metto la roccia in acqua che finirà sul fondo e blocco il filo al bordo della vasca con una molletta.
Con questo semplice metodo evito di infilare le mani in vasca (operazione da evitare se non strettamente necessario).




Articolo curato da Ilaria Tarquini