Paracheirodon innesi, axelrodi e simulans

Altri nomi:

Paracheirodon innesi: Neon tetra.
Paracheirodon axelrodi: Cardinal tetra, Neon cardinale.
Paracheirodon simulans: Green neon tetra.

Famiglia: Caracidi

Provenienza: Sudamerica.

Habitat: abitano grandi fiumi che scorrono lentamente nella fitta foresta, la quale lascia trapelare tra le fronde solo pochi raggi di luce. Numerose foglie cadono in acqua, e macerando rilasciano tannini rendendola ambrata e acida. La durezza è trascurabile.

Paracheirodon innesi

Lunghezza:
Paracheirodon innesi 4 cm.
Paracheirodon axelrodi 5 cm.
Paracheirodon simulans 3 cm.

Colorazione:
Paracheirodon innesi: il dorso è blu, il ventre argenteo. Presenta una banda laterale di colore blu brillante che termina poco dopo la pinna caudale. Dall'attaccatura della pinna anale sino alla coda ha una banda rossa. Le pinne sono trasparenti. Oltre alla colorazione naturale dscritta esistono tre selezioni:
diamond: presenta una colorazione argentea, non solo il corpo ma anche la banda laterale è metallica.
golden: è albino con l'occhio azzurro.
long fin: presenta le pinne più lunghe.
Paracheirodon axelrodi: il dorso è blu, il ventre argenteo. Presenta una banda laterale di colore blu brillante che termina poco dopo la pinna caudale ed una banda rossa dalla golae alla coda. Le pinne sono trasparenti. Esiste una livrea selezionata: la diamond. In cui il pesce ha il dorso "metallizato" dai riflessi argentei o dorati.
Paracheirodon simulans: presenta un colore di base argenteo ed una banda laterale blu brillante che parte dall'occhio e arriva alla coda. Le pinne sono trasparenti.


Allestimento dell’acquario: si tratta di pesci molto vivaci e che vivono in schiere numerose, per cui si consiglia un acquario lungo almeno 80 cm.Paracheirodon axelrodiParacheirodon axelrodi
Il fondo dovrebbe essere sabbioso e scuro, sia per esaltarne al meglio la livrea sia perché si tratta di un pesce che mal sopporta riverberi e illuminazione intensa (un fondo bianco riflette maggiormente la luce di uno scuro). E' opportuno adagiare nella vasca delle radici o altro materiale vegetale quali foglie di catappa o pigne d'ontano per acidificare l'acqua e donarle una colorazione ambrata. E' possibile anche inserire della torba nel filtro.
L'acquario dovrebbe essere ben piantumato ma anche dotato di un ampio spazio per il nuoto. L'illuminazione poco intensa, attenuata eventualmente da piante galleggianti.

Paracheirodon axelrodi

Valori d'allevamento:
Temperatura: 21°-25°
PH: 5 - 6,5
GH: 5 - 8

Alimentazione: in natura è un pesce predatore che si nutre di piccoli insetti, larve e crostacei. In acquario accetta il cibo confezionato, ma si consiglia di abbinarlo a vivo o surgelato per assistere ad una colorazione abbagliante.


Comportamento: si tratta di un pesce vivace che non importuna eventuali altri ospiti dell'acquario. Occupa la zona centrale della colonna d'acqua ed è un animale gregario, per cui è bene allevare gruppi di almeno dieci esemplari. Più sarà folta la schiera, più spettacolare sarà l'effetto in acquario. Si consiglia un eventuale abbinamento con pesci da fondo o con pesci di piccola taglia, tranquilli, che occupano la stessa fascia.

 

Paracheirodon simulans


Riproduzione: si tratta di una specie ovipara le cui deposizioni sono piuttosto frequenti.
Nella fase di corteggiamento il maschio nuota attorno alla femmina, colpendola con il muso sul dorso. In seguito la coppia nuota fianco a fianco per un tempo variabile, infine entrambi, affiancati, effettuano uno scatto verso l'alto e le uova vengono espulse. Questo "rituale" avviane più volte nello stesso episodio riproduttivo.

I genitori mangiano le uova, per cui si consiglia di isolare un gruppetto di adulti, o meglio la singola coppia, in una vasca a parte, ove avverrà la deposizione, per poi riportare i genitori in acquario. Sul fondo della vasca da riproduzione bisogna collocare del muschio o una griglia a maglie fini, in modo tale che le uova non possano essere viste o raggiunte dai genitori.

Dimorfismo sessuale: le femmine adulte sono più grandi e tozze dei maschi.


Scheda curata dall'utente: Ilaria Tarquini